Specialità: Implantologia a carico immediato

Quando diventa necessario sostituire un dente ormai talmente compromesso da non essere più recuperabile con tecniche di ortodonzia conservativa, la soluzione ottimale che il dentista propone al paziente è quella dell'impianto.

L'impianto (una struttura in genere a vite, realizzata in titanio) viene inserito nell'osso mascellare o mandibolare e con questo si “fonde” nel processo di osteointegrazione, diventando la base su cui lo specialista può fissare la corona, ossia il dente. In questo modo il paziente può recuperare al 100% le funzioni organiche di masticazione, fonazione, respirazione e digestione che erano state compromesse dalla perdita degli elementi dentari.

Esistono due procedimenti per l'esecuzione dell'impianto che lo studio Pavin è in grado di proporre ai pazienti e che si differenziano sostanzialmente per la tempistica di esecuzione: uno a carico differito, il cosiddetto impianto di scuola svedese, che richiede mesi di tempo per giungere a conclusione, l'altro a carico immediato, sviluppato e messo in opera dalla scuola dentistica italiana, che completa l'impianto in una sola seduta.

Quando è possibile scegliere l'impianto a carico immediato

In una seduta il paziente risolve il problema dell'edentulismo, recupera il sorriso e tutte le funzioni connesse all'uso dei denti: l'impianto a carico immediato comporta dei notevoli vantaggi in termini di tempo necessario al raggiungimento del risultato finale, ma va tenuto presente che si tratta di una tecnica che garantisce risultati ottimali solo in presenza di un requisito fondamentale: l'ottimale tenuta dell'osso in fase di inserimento dell'impianto.
Tale parametro può essere valutato esclusivamente dallo specialista, che potrà di conseguenza consigliare il paziente sulla tecnica d'elezione per il suo caso specifico.

Dal punto di vista dell'osteointegrazione, l'impianto a carico immediato non presenta differenze con l'impianto a carico differito, in quanto il materiale utilizzato, il titanio, è lo stesso, ed è il solo responsabile del processo di fusione con l'osso.

Come si svolge l'impianto a carico immediato

Nello stesso intervento, al paziente viene inserito l'impianto e fissata la corona: in questo modo non vi è la necessità di programmare un secondo intervento chirurgico ambulatoriale a distanza di mesi e non può verificarsi il fenomeno della fibrointegrazione che decreta l'insuccesso dell'impianto. Per fibrointegrazione si intende il meccanismo per cui il corpo, per difesa, costruisce intorno all'impianto, percepito come corpo estraneo, una capsula fibrosa che non presenta la stessa resistenza nel tempo legata all'osteointegrazione.

 

Studio Medico Dentistico Dott.ssa Giovanna Nadia Pavin S.r.l.
Viale XI Febbraio 42/44 36061 Bassano del Grappa (VI)
Tel. 0424 522262 - Fax 0424 521158 contatti@pavin.it www.pavin.it PEC studiopavinsrl@pec.it - P.I./CF 03730100249 REA VI 349296
Ordine Prov. Medici Chirurghi Vicenza n. 3843 - Ordine Prov. Odontoiatri Vicenza n. 235
Informativa sulla Privacy